Arthur Hayes & Co eseguono BitMEX illegalmente – CFTC

0 Comments

Tre proprietari dei principali scambi di derivati ​​crittografici BitMEX e cinque società collegate incaricate di gestire una piattaforma di trading non registrata e di violare più regolamenti, ha affermato oggi la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti .

Gli imputati includono Arthur Hayes, Ben Delo e Samuel Reed, che gestiscono la piattaforma BitMEX attraverso „un labirinto di entità aziendali“, ha aggiunto la CFTC. Inoltre, anche oggi, il procuratore del distretto di New York ha incriminato Hayes, Delo e Reed, insieme a Gregory Dwyer, con accuse federali di violazione del Bank Secrecy Act e cospirazione per violare il Bank Secrecy Act, secondo l’annuncio.

La CFTC afferma che:

Almeno da novembre 2014, sotto la direzione di Hayes, Delo e Reed, BitMEX ha offerto illegalmente transazioni con leva finanziaria su materie prime, futures, opzioni e swap su criptovalute.

BitMEX gestiva una struttura per la negoziazione o l’elaborazione di swap senza l’approvazione della CFTC.

BitMEX ha violato le regole CFTC non riuscendo a implementare procedure conosci il tuo cliente, un programma di informazioni sui clienti e procedure antiriciclaggio.

Pertanto, la CFTC ha affermato di cercare la sboccatura di guadagni illeciti, sanzioni pecuniarie civili, restituzione a beneficio dei clienti, divieti di registrazione e negoziazione permanenti e un’ingiunzione permanente da future violazioni del Commodity Exchange Act.

La commissione afferma inoltre che BitMEX ha facilitato le transazioni in derivati ​​di criptovaluta con un valore nozionale aggregato di trilioni di dollari e ha guadagnato commissioni per oltre 1 miliardo di dollari dall’inizio delle operazioni nel 2014.

„Gran parte di questo volume, e le relative commissioni di transazione, derivano dal funzionamento della piattaforma dagli Stati Uniti e dalla sua vasta sollecitazione e accesso ai clienti statunitensi“, ha affermato la Commissione.

Secondo Heath P. Tarbert, presidente della CFTC, non possono permettere „i cattivi attori che infrangono la legge di ottenere un vantaggio sugli scambi che stanno facendo la cosa giusta rispettando le nostre regole“.

„Questa azione mostra che la CFTC continuerà a lavorare con attenzione per proteggere l’integrità di questi mercati“, ha affermato James McDonald, Direttore della divisione per l’applicazione delle norme.

Al momento della scrittura, non ci sono stati commenti pubblici sulla questione da BitMEX o dai suoi proprietari

Nel frattempo, come riportato a luglio 2019, all’epoca la CFTC stava già indagando se BitMEX avesse infranto le regole consentendo agli americani di fare trading sulla piattaforma.

Nell’agosto di quest’anno, la società ha annunciato che chiederà a tutti i suoi clienti di completare i controlli dell’identità entro i prossimi 6 mesi se vogliono continuare a fare trading sulla piattaforma.